Il ritorno di Lene Hau

Ne avranno parlato tutti i giornali immagino. Rientro ora dall’estero e non li ho visti. Comunque è talmente fantastico che se non lo scrivo da qualche parte, scoppio. Su Nature di oggi, c’è un’altra ricerca di Lena Vestergaard Hau di Harvard. La fisica che per prima aveva rallentato la luce fino alla velocità della mia bici… Continua a leggere Il ritorno di Lene Hau

Camminare sul soffitto

Ci siamo quasi. Al Max Planck di Stoccarda per la ricerca sui metalli, Stanislav Gorb che già sei mesi fa era riuscito a far salire un piccolo robot sul vetro di una finestra, ha migliorato la nanostruttura di un materiale per far aderire la suola delle scarpe a pareti verticali, se non proprio al soffitto. Basta sollevare… Continua a leggere Camminare sul soffitto

Pubblicato
Etichettato come fisica

Scoperte 2 particelle e un topolino

“The Culprit”. Photo courtesy of FermiLab Ricevo oggi e volentieri e subito pubblico la notizia che al Tevatron, l’acceleratore del FermiLab di Chicago – più esattamente a Batavia, Illinois – sono state scoperte, o create, volendo, due nuove particelle entrambe di nome Sigma-sub-b. Con la sigma greca maiuscola che ancora non so dov’è. Una fatta di due quark su e… Continua a leggere Scoperte 2 particelle e un topolino

Embargo scaduto

. Per una volta, provo il brivido di dare la notizia giusto quando “scade l’embargo”. Noi giornalisti riceviamo con qualche giorno di anticipo i riassunti degli articoli che escono sulle grandi riviste – Proceedings of the National Academy of Sciences, Nature, Science e poche altre. ll patto è che non ne diciamo nulla fino alle ore 18 o… Continua a leggere Embargo scaduto

Pubblicato
Etichettato come fisica

La fisica fa chimica

L’altro giorno ci scambiavamo commenti attorno alla domanda “Che fine ha fatto la fisica?” (Correzione: Il tema era “Che fine ha fatto la chimica?” mi fa notare Maurizio – a parte, è cortese – che lapsus!) Risposta sulle Physical Review Letters di oggi: è finita al CERN, tempio europeo della grande fisica. Di preciso era… Continua a leggere La fisica fa chimica

Un universo per le masse

L’ascoltatore Maurizio mi segnala una notizia trovata sul sito space.com, perché io intervisti gli interessati: Universo fatto a pillola. Secondo l’astrofisico Leonardo Campanelli dell’università di Ferrara e i suoi colleghi Paolo Cea e Luigi Tedesco dell’università di Bari, se l’universo avesse una forma un po’ ovale, si spiegherebbe la cosiddetta “anomalia dei quadrupoli”. Maurizio aggiunge: Speriamo solo… Continua a leggere Un universo per le masse

E due per la fisica

Aumenta l’età media. Il Nobel è andato a John Mather (60 anni) della NASA e George Smoot (61, portati bene, è uno sportivo) dell’università della California a Berkeley, per aver misurato precisamente la temperatura della radiazione cosmica “di fondo” dell’universo: 2,7° Kelvin che fanno – 271,3° centigradi. E’ quanto resta della temperatura della radiazione emessa dall’universo… Continua a leggere E due per la fisica

L’uomo che inventò il pettine (di frequenze)

Sono a Torino, al 92mo convegno annuo della Società Italiana di Fisica dove oggi interviene Theodor Haensch, del Max Planck Institut a Garching. L’anno scorso, durante la cerimonia in cui riceveva il premio il Nobel per fisica, Steg Stenholm della Reale accademia di Svezia ha spiegato così al Re il “pettine di frequenze” per il quale Haensch era premiato: Come Vostra… Continua a leggere L’uomo che inventò il pettine (di frequenze)

Pubblicato
Etichettato come fisica