Addobbi natalizi

Come di rito, le riviste scientifiche scelgono i successi dell’anno. Nature avverte che il suo “elenco delle dieci” personalità non è né un premio né una classifica, ma un modo per i suoi giornalisti di “sottolineare eventi chiave” attraverso la storia dei protagonisti. Quello delle “10 ricerche notevoli” mi sembra un po’ troppo auto-referenziale: nove… Continua a leggere Addobbi natalizi

Avvenimenti 2019

Come evento scientifico dell’anno i lettori di Science hanno scelto l’immagine del buco nero; quelli di Nature la scoperta dell’Homo luzonensis. I redattori di Nature fanno una rassegna preoccupata dalle crisi globali – incendi dell’Amazzonia, clima, estinzioni, epidemie di morbillo -, da quelle interne alla comunità scientifica – bullismo, molestie sessuali, dibattito bioetico sulla “redazione” ereditaria… Continua a leggere Avvenimenti 2019

I nettascienza – O's digest

I netturbini asportano l’immondizia urbana, il senso del titolo va da sé. Salvo diffida della Crusca, lo tengo per cantare le donne, i cavallier, l’arme ecc. degli addetti alle pulizie. Assediato da Nina Bhardwaj, Dora Bradamante di HIV Forum e loro valenti scudieri, dopo cinque anni l’editore Frontiers si è arreso. Pagato da Patricia Alcina Goodson per pubblicarne il pattume… Continua a leggere I nettascienza – O's digest

O's digest, arretrati

Il 16 gennaio, il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione sull’approvazione dei pesticidi che “chiama” a rivalutare quella per il glifosato ma non ne chiede il bando. Richiama a centinaia di norme e leggi per chiedere fra molto altro che sia basata sulle evidenze scientifiche, il principio di precauzione, la trasparenza e l’assenza di conflitti… Continua a leggere O's digest, arretrati

Doveva essere Natale

Insieme a Yappika–Action Aid e alle associazioni locali con le quali collabora, Action Aid Italia lavora in Indonesia nell’emergenza da settembre quando ci sono stati il terremoto, lo tsunami e le alluvioni a Sulawesi. Dopo lo tsunami di Banten, sabato, niente Natale per i bambini (“anak-anak”, “Anak Krakatua”: figlio del Krakatoa), i sopravvissuti, i volontari, lo staff di… Continua a leggere Doveva essere Natale

Un aereo a ioni azoto

Stamattina in radio non si è fatto in tempo a parlarne, ma è in copertina di Nature e se lo merita. Al MIT, Steven Barrett e colleghi sono riusciti a far decollare, volare (in una palestra) e atterrare un aggeggio molto divertente. Sembra un incrocio tra un aliante e il Kitty Hawk dei fratelli Wright. Due… Continua a leggere Un aereo a ioni azoto

Indignazione a dose allopatica

Un collega mi manda un lancio dell’Adnkronos (‘tenti al rimmel). A Roma tre giorni fa, si teneva la fiera Farmacista Più. All’incontro organizzato dalla Boiron per promuovere “l’opportunità” dei suoi “medicinali oncologici” (sic), il vice presidente di Federfarma Vittorio Contarina, erede dell’omonima farmacia, si è sciolto in un pianto greco: stiamo vivendo una sorta di ‘medioevo culturale’ dove… Continua a leggere Indignazione a dose allopatica

Eccellenza in che cosa?

A. mi segnala un articolo un po’ stupito di Retraction Watch. Nella “Deliberazione 5” del 31 gennaio scorso, il Consiglio di amministrazione dell’Istituto Superiore di Sanità ha conferito all’unanimità a Piero Anversa e all’inseparabile Annarosa Leri – con contratto di due o tre anni – “l’incarico di esperto in materia del ruolo delle cellule staminali nelle… Continua a leggere Eccellenza in che cosa?

Basta l'intenzione

Confondere un salice con un papavero Anche Neuroskeptic si è accorto di Lynne McTaggart, la militante americana anti-vax, fondatrice e principale disinformatrice del mensile inglese What doctors don’t tell you, un tempo venduto nelle catene di supermercati e farmacie, e spesso citato dagli anti-quack con le iniziali WDDTY (1). La sua ultima trovata è che l’aspirina, il… Continua a leggere Basta l'intenzione

"He fought the Peer and…"

Sull’aria di I fought the Law, h/t Neuroskeptic. Fazlul Sarkar, un tempo della Wayne State University, è l’oncologo famoso per aver intentato un processo ai fondatori di PubPeer. Voleva costringerli a rivelare il nome di un commentatore le cui critiche avrebbero convinto l’Università del Mississippi a ritirare l’offerta di un incarico prestigioso, stabile (tenured) e… Continua a leggere "He fought the Peer and…"