"Che cosa c'è in un nome?"

Ai tempi di Giulietta, era molto più semplice: una rosa, pur con un altro nome, aveva lo stesso dolce profumo, nessuno aveva ancora inventato la Black Baccara che sa di niente. In un editoriale un po’ irritato, Nature rimbrotta il comitato dell’Oms che non ha ancora stabilito le linee guida per nominare le varianti del Sars-Cov2,… Continua a leggere "Che cosa c'è in un nome?"

Percorso a ostacoli

Barbara Belletti, Simone Bizzi, Andrea Castelletti – quando erano al PoliMi – e altri 48 eco-idro-geologi di 28 istituti – compreso il Conservatorio nazionale del salmone selvatico in Francia – hanno censito 1,2 milioni di barriere artificiali che “frammentano” i corsi d’acqua in 36 paesi europei. Per verificare l’affidabilità dei 120 data-base che coprono circa 1,65… Continua a leggere Percorso a ostacoli

"Faccia di bronzo" – II

Sotto un post di giugno, questa mattina il lettore Paolo reale chiedeva a proposito del presunto “prof.” Pasquale Maria Bacco: Ora che abbiamo sputtanato l’uomo parliamo un po’ delle cose che ha detto? Gli ho risposto che in materia di virus lo aveva già fatto il virologo Guido Silvestri. Io avevo solo aggiunto qualche incompetenza… Continua a leggere "Faccia di bronzo" – II

Follow-up

With a little help from my friends. Steph invitava ieri sera a leggere lo studio retrospettivo, uscito sul Lancet, sugli esiti ottenuti in 96 mila pazienti con vari interventi, di cui 18 mila con la clorochina e l’idrossiclorochina con o senza un antibiotico. Abstract: nessuna delle due è efficace contro la covid-19, in compenso alle dosi somministrate (in… Continua a leggere Follow-up

Basta pagare

“Il governo cinese promuove pesantemente rimedi tradizionali come trattamenti per la covid-19… sono perfino mandati sotto forma di aiuti internazionali in vari paesi, compresi l’Iran e l’Italia,” scrive David Cyranoski su Nature. “Aiuti” in meno, altri governi fanno altrettanto. Cita l’idrossiclorochina prescritta da Trump e il decotto di artemisia prescritto da Andry Rajoelina, presidente del Madagascar:… Continua a leggere Basta pagare

OMGs!

Dall’altro ieri il cardiologo Dhanunjaya Lakkireddy dello Heart Rhythm Institute, a Kansas City, sta reclutando negli ospedali statunitensi 1000 pazienti affetti da covid-19 grave per un esperimento clinico che valuterà l’efficacia di un intervento non invasivo. Titolo ufficiale: Impact of Multi-Denominational Prayer on Morbidity and Mortality of Patients Admitted to the Intensive Care Unite (sic) With Corona Virus Infection Riassunto (link… Continua a leggere OMGs!

Il libero mercato dei ciarlatani e delle mascherine

Tempi duri per i ciarlatani senza né brand né pubblicità istituzionale. Si è aperto il mercato più globale di tutti, ma come fa un piccolo imprenditore a competere con la Cina, la Casa Bianca, BigPharma, ospedali pubblici e cliniche private, Ordini e Società scientifiche (omissis) e prestigiosi Istituti di ricerca? Lo avrete notato anche voi. I dati sull’andamento della… Continua a leggere Il libero mercato dei ciarlatani e delle mascherine

Bracing up

Durante una settimana che gli epidemiologi prevedono peggiore della precedente, ci sono parecchi modi di resistere dopo aver adottato le misure per non diffondere il contagio. Da parte di Action Aid, ve ne ricordo due. Su www.covid19italia.help potete segnalare le iniziative per aiutare chi non può uscire di casa, e al numero di telefono 1522 la violenza domestica che la coabitazione… Continua a leggere Bracing up

Piccoli "privilegi"

Chiacchierata fuori dal bancomat con una signora francese che incontravo ogni tanto nella libreria Feltrinelli di via Manzoni. E’ chiusa da mesi, adesso anche quella di piazza Piemonte. “Siamo delle privilegiate” – dice – “abbiamo fatto la scorta”. Rileggiamo autori diversi, lei García Márquez e io Karl Kraus. Non l’Orlando di Virginia Woolf? Lo tengo per… Continua a leggere Piccoli "privilegi"

Da domani, era glaciale

Un po’ in ritardo rispetto al giorno in cui la NASA conferma l’estensione minima della banchisa artica, il comitato scientifico di Climalteranti ha assegnato il premio “A qualcuno piace caldo” 2018. All’unanimità, sebbene all’inizio alcuni giurati fossero per premiare le 23 castronerie di Franco Battaglia a “Otto e mezzo”. Il minimo del 18 settembre è … Continua a leggere Da domani, era glaciale