Scenari per "dopo"

Escono sempre più modelli sul ritorno della pandemia che utilizzano scenari di contenimento. Forse il più noto è quello del gruppo di Marc Lipsitch, a Harvard, uscito su Science un mese fa, che simula la trasmissione del Sars Cov-2 fino al 2025 in base alle misure adottate per contrastarla localmente. Refrain: servono più dati. Senza un vaccino, test… Continua a leggere Scenari per "dopo"

Aritmetica da Battaglia

Sul blog solito ospitarlo, Franco “Heartland” Battaglia inaugura il 2020 con un pistolotto bilancio del pacchetto per il clima e l’energia della UE che doveva ridurre del 20% le emissioni di gas serra e aumentare del 20% il consumo di energie rinnovabili e l’efficienza energetica “entro il 2020”. “Doveva” perché a suo avviso il 2020 è finito… Continua a leggere Aritmetica da Battaglia

Greta e i vecchioni, cont.

Un gruppo di coraggiosi bigoilisti destrorsi, anziani, misogini (omissis) e ricchi, spiega Media Matters, combatte l’onnipotente, subdola (omissis) e/o invasata sedicenne che incita ad “ascoltare” gli scienziati che studiano i cambiamenti climatici. Tra i combattenti che non hanno fatto in tempo a finire nell’elenco, il “climatologo” Franco Prodi che non studiava il clima bensì la composizione e… Continua a leggere Greta e i vecchioni, cont.

Eventi estremi e molesti

In Italia, i “campus” sono rari, si tende a far finta che le molestie sessuali non avvengano nelle università. Se pensate di studiare in USA e volete evitarle, Julie Libarkin  del Geocognition Research Lab all’università del Michigan ha compilato l’Academic sexual misconduct database (h/t Andrea Idini). Da quello che ho visto, riporta anche i risultati del sondaggio… Continua a leggere Eventi estremi e molesti

Contraddizioni apparenti

Ieri segnalavo su Science “A human-driven decline in global burned area”, we assessed long-term fire trends using multiple satellite data sets. We found that global burned area declined by 24.3 ± 8.8% over the past 18 years. I modelli degli incendi sovrastimano la superficie/anno deliberatamente bruciata, soprattutto nelle savane africane e nelle praterie dell’emisfero nord, dicono… Continua a leggere Contraddizioni apparenti

Al mercato delle scommesse

All’assemblea autunnale dell’American Geologphysical Union (h/t Steph), partecipano di solito dai 20 a 30 mila ricercatori, metà dei quali studiano aspetti geofisici del clima. La novità è che Exxon Mobil non la sponsorizza e che il suo CEO Rex Tillerson sta per occupare la Casa Bianca insieme ad altri militanti antiscienza. Questa volta, una sessione è riservata… Continua a leggere Al mercato delle scommesse

Scienza cristiana e resti di rassegna

Vladimir Putin ha deciso di distruggere quel che resta della scienza russa, sostituendo il ministro per la ricerca Dmitry Livanov, con Olga Vasilyeva, ex storica della Chiesa ortodossa e finora responsabile dell’educazione religiosa dei giovani. (h/t Nature e Science insider, più ottimista) In vent’anni l’ex di Greenpeace Patrick Moore è diventato una celebrità del giro delle pseudoscienze, complottista,… Continua a leggere Scienza cristiana e resti di rassegna

La nuova Ocheshe

  foto Oltre all’o-cat Leonarda sul mercato dal novembre 2011 e al reattore Medialab in vendita dal dicembre 2012, per il Natale 2015 viene lanciata la lattina Ocheshe a 99 euro più IVA, che in uscita produce 2, 3, 5 415 volte l’elettricità consumata per caricarla in 4 ore min secondi (1). Con l’aggiunta di una pila da 12… Continua a leggere La nuova Ocheshe

Eye candy

Come O’s digest del giovedì, un po’ di immagini che fanno pensare: numero spettacolare del National Geographic, “Climate change is here“ sembra un sogno, dopo sette anni di siccità in marzo era piovuto e tanto sul deserto di Atacama, in Cile. Nella primavera australe s’è coperto di malva in fiore un video eloquente in cima a un articolo del New York Times sulla… Continua a leggere Eye candy

Fatti nostri

Settimana un po’ piena, la prossima di più, comunque ho cercato di seguire lo scandalo dell’UC-Berkeley, da quando il 9 ottobre Buzzfeed ha raccontato che tra il 2001 e il 2010 il celebre “cacciatore di esopianeti” Geoffrey Marcy allungava le mani sulle studentesse. Ma fino al dicembre scorso, l’Office for the Prevention of Harassment and Discrimination… Continua a leggere Fatti nostri