Prima risposta

Letture on demand. Per la prima, almeno due avvertenze: è un preprint e gli autori hanno un conflitto di interessi perché hanno chiesto brevetti su nuovi anticorpi monoclonali e su come ottenere le varianti “chimeriche” del Sars Cov-2 che descrivono. Da gennaio, la domanda è “le sue mutazioni lo rendono più o meno pericoloso?”. La… Continua a leggere Prima risposta

Prediche del giovedì

A volte Nature sembra il bollettino delle Ong. Solo nel numero di oggi fra editoriali, World View e Research Highlights, ho trovato sei esempi che sembrano scritti da Ong nazionali e internazionali. Metto una o due “firme” per non esagerare, ma potete aggiungerne altre. Meno AWIS e Alliance for Justice (Climate Justice è un caso… Continua a leggere Prediche del giovedì

Una messe di soluzioni

Sto leggendo l’IPCC Special Report on Climate and Land su cambiamento climatico, desertificazione, degrado dei terreni, gestione sostenibile dei terreni, sicurezza alimentare e flussi dei gas serra negli ecosistemi terrestri. Parto dal Summary for Policymakers per fare un sunto al quadrato e qualche commento. Comincia malissimo: A) “People, land and climate in a warming world”. Le brutte notizie: i… Continua a leggere Una messe di soluzioni

"Rallegratevi!" dice il visconte Ridley

Perso il lavoro ma non la propria ricchezza facendo fallire la banca Northern Rock poco dopo averla ereditata, il visconte Matt “King Coal” Ridley si è dedicato a una buona causa: convincere i governi che il riscaldamento globale è un beneficio per l’umanità e che i suoi impatti sono un’invenzione dei nemici del libero mercato… Continua a leggere "Rallegratevi!" dice il visconte Ridley

Burp

Nel Teal Ridge del cratere Gale, su Marte, la rover Curiosity ha sniffato una grossa “vampata” di metano, nel senso di 21 parti per miliardo (h/t GiorgioIV) rispetto alle 6-7 del 2013. Sulle riviste scientifiche, tutti si chiedono l’origine del rutto (“burp”), chissà che non sia dovuto a dei batteri come succede qui. Su Science, settimanale americano,… Continua a leggere Burp

Innocente, fino a prova contraria

Sul Guardian, Maria Rodale risponde alla domanda che mi è stata fatta spesso a proposito degli ormoni della crescita iniettati alle mucche, non autorizzati nella UE, o dell’atrazina per diserbare, vietata in parte dal 1986 e del tutto dal 1992, due noti “interferenti endocrini”. Perché in USA dicono che non fanno male? Dopotutto per i… Continua a leggere Innocente, fino a prova contraria

"Listen to the scientists" – O's digest

I ragazzi che protestano contro l’inquinamento e il riscaldamento globale chiedono ai governanti di “ascoltare gli scienziati”, ma se ne trovano sempre per sostenere che fumare non aumenta il rischio di tumore al polmone, i gas serra non hanno un effetto serra o respirare polveri non nuoce alla salute. Dall’editoriale di Nature “Stop denying the risks… Continua a leggere "Listen to the scientists" – O's digest

Il glifosato sarebbe innocuo?

Provo a chiederlo il primo aprile per motivi miei anche ai visitatori venuti in cerca di pesce. Non so quanti siano convinti che riversare nell’ambiente un milione di tonnellate/anno di glifosato non abbia conseguenze. Pochi, immagino. Come me, saranno incerti sui rischi di tumore dopo la pubblicazione di risultati contraddittori, anche perché gli esperimenti sulle cellule… Continua a leggere Il glifosato sarebbe innocuo?

Le Oche nello Zambia e dintorni

Cari orecchietti di radiopop, Michele Salvan, un pilastro del nostro comitato scientifico, sta per andare nello Zambia. Come nei paesi vicini, abbiamo letto su Science, dal 2017 le coltivazioni di mais sono devastate dalla Spodoptera frugiperda, un vermaccio americano. Da laureato e da poco masterizzato in Scienze agrarie alla Statale di Milano e da poco iscritto… Continua a leggere Le Oche nello Zambia e dintorni

Stato del cibo mondiale

Con due anni di ritardo rispetto a quanto annunciato nel 2010, la Commissione della FAO sulle risorse genetiche per il cibo e l’agricoltura – dai microbi del suolo agli uccelli e insetti impollinatori e alle mucche – ha pubblicato il suo rapporto. I dati più importanti sono nel sommario e riassunti su un sito molto sobrio.… Continua a leggere Stato del cibo mondiale