Saturazione

Il Consiglio europeo ha raggiunto un accordo con i 27 paesi membri per una riduzione “interna netta” delle emissioni di CO2 “almeno del 55%”, rispetto al 1990, entro il 2030 grazie a un assorbimento rilevante delle foreste. Le portavoce di Fridays for Future avevano già fatto notare che l’obiettivo è troppo modesto per contenere il riscaldamento entro… Continua a leggere Saturazione

La biologia quantistica per davvero

Su Science, ho trovato una rassegna di Emiliano Brini, Carlos Simmerling e Ken Dill, incantevole già dal titolo, “Narrativa delle proteine attraverso la fisica” e dalla citazione in esergo: La scienza… è l’impresa organizzata e sistematica che raccoglie conoscenze sul mondo e le condensa in leggi e principi verificabili. — E. O. Wilson, Consiliency Fa piazza pulita… Continua a leggere La biologia quantistica per davvero

Cure presidenziali e pozioni magiche

Prima che l’Italia dichiari guerra agli USA perché Trump ha deciso di comprare tutto il remdesivir prodotto da Gilead, vorrei precisare che, contrariamente a quanto dicono oggi i media, non è “il farmaco anti-Covid“. Stando ai risultati preliminari dell’esperimento in doppio cieco e randomizzato, in media riduceva a 11 giorni il ricovero dei pazienti affetti da covid-19… Continua a leggere Cure presidenziali e pozioni magiche

Riduzioni

Prima quelle spiacevoli. Su Science di oggi esce un erratum delle stime molto ottimiste di Bastin et al. sui benefici di piantare foreste ovunque ci sia già un po’ di pixel verdi nelle immagini satellitarie. Adesso non è più “la soluzione più efficace al cambiamento climatico” e non consente più “di stoccare 205 GtC [gigatonnellate di… Continua a leggere Riduzioni

Rassegna stampa pretestuosa

Questo O’s digest di Nature, Science et al. serve a rinviare l’analisi ochesca dell’“analisi onesta” di cui il “grande analista” si vantava l’altro giorno in questi termini Comunque mi ha fatto molto piacere il lusinghiero retweet di ClimateKIC [in realtà, il suo “ramo italiano“] al mio ultimo articolo [in realtà un post su un blog del Sole], in… Continua a leggere Rassegna stampa pretestuosa

Un ottimismo guardingo

Philosophical Transactions of the Royal Society B, in open access, è dedicato a “Cambiamento climatico ed ecosistemi: pericoli, opportunità e soluzioni” che è anche il titolo dell’editoriale, insieme riassunto dei problemi e guida alla lettura. Ogni tema è declinato in rassegne, “opinioni” e ricerche sul degrado attuale, e poi sulla fattibilità di “Nature-based Solutions” (NbS) dette… Continua a leggere Un ottimismo guardingo

Una rondine

Le promesse mantenute sono così rare che ritiro ogni critica fatta ai paper di Nature fino alla prossima… Ha appena pubblicato i risultati negativi ottenuti da Timothy Clarke, Josefin Sundin e colleghi nel tentativo di replicare una serie di ricerche, pubblicate sopratutto da Nature e riviste del gruppo. Sembrava che l’acidificazione degli oceani disorientasse i pesciolini delle barriere… Continua a leggere Una rondine

Effetto selva

Su una chat intitolata “Oca 4”, un signore si rivolge disperatamente all’oca, avvisa un lettore premuroso (?). Il signore la diffama da anni, l’oca preferiva ignorarlo. Questa volta però, denuncia gli strafalcioni sulle foreste che l’idiota avrebbe commesso da Climalteranti dove frequenterebbe degli analfabeti e darebbe spazio a un cretino. La sciagurata spera di ricambiare il giudizio… Continua a leggere Effetto selva

"Troppo bello per esser vero"

Non, ripeto non, è l’VIII puntata di Un “ricercatore” impressionante. Tre mesi fa, i media scoprivano  la soluzione più verde e naturale che ci sia alla crisi climatica: in trent’anni bastava piantare 1 trilione di alberi su 1 miliardo di km2 per catturare 200 miliardi di tonnellate di carbonio dalla CO2 atmosferica. Olé! Forse ci sta… Continua a leggere "Troppo bello per esser vero"

Un "ricercatore" impressionante, V puntata

Prosegue il fact-checking del post di Enrico Mariutti, “Clima, ambientalismo e anticapitalismo uniti nella lotta… agli alberi?“. Avvertenza: se non avete letto la III e la IV puntata, rischiate di non capire un accidente. Nel prosieguo del sproloquio (15 mila battute) l’onnisciente laureato in storia antica con master in geopolitica, accusa di incompetenza e malafede ideologica Stefan Rahmstorf, l’oceanografo e… Continua a leggere Un "ricercatore" impressionante, V puntata